7 Mag 2020

#Servizi alla persona #ragazzi #Autismo  Anch’io divento grande: Progetto Koala !

Anch’io divento grande: Progetto Koala !

 

Centro Servizi Welfare promuove e co-progetta un modello di intervento sostenibile e continuativo che favorisca la realizzazione di percorsi, per adolescenti e giovani affetti da disturbi dello spettro autistico, per intraprendere una vita indipendente.

Nel 2019, Centro Servizi Welfare passa il Bando di Fondazione Cariverona “Servizi di Prossimità 2019” e grazie a questo mette in atto le diverse fasi di co-progettazione del modello Koala con ANTS ONLUS, associazione impegnata da anni a supportare e formare le famiglie e i professionisti sul tema dell’autismo. 

L’obiettivo di Ants Onlus è promuovere una competenza attiva nell’ambito psico-educativo di tutti coloro che agiscono nella vita della persona con autismo e avrà il compito insieme a Centro Servizi Welfare di coordinare le attività progettuali, collaborare per la definizione del Modello Koala, individuare le famiglie e i ragazzi da coinvolgere nel progetto, ma soprattutto di definire ed erogare la formazione agli educatori/psicologi che dovranno costituire l’equipe di progetto. 

L’idea progettuale è venuta a CSW  per l’aumento delle richieste delle famiglie con figli affetti da autismo e per cercare di creare una soluzione che risponda sia alle esigenze dei genitori, sia alle esigenze di crescita dei ragazzi.

 

 

Il Modello Koala, di quali esigenze si parla?

 

Il modello risponde alle esigenze specifiche dei ragazzi con autismo e delle loro famiglie e si pone come soluzione possibile a fronte della carenza di opportunità rivolte a questi ragazzi sul territorio di Verona e Provincia.

L’intento del progetto è di far sperimentare, a 10 ragazzi con autismo, un percorso di crescita graduale che valorizzi le capacità e specificità di ciascuno, in un contesto socializzante e abilitante che li prepari alla possibilità di avere una vita indipendente. 

Allo stesso tempo l’iniziativa vuole ideare e sperimentare un servizio flessibile e modulare che risponda alle esigenze delle famiglie con figli adolescenti affetti da autismo, che vivono un crescente senso di frustrazione e ansia nell’immaginare che il futuro possibile dei propri figli possa trovare risposte solo all’interno di una struttura. 

Il Progetto Koala vuole essere un progetto pilota, che si propone di accompagnare gli adolescenti con autismo e le loro famiglie in un’esperienza di “distacco” reciproco e graduale, funzionale alla crescita positiva dell’adolescente e all’attenuazione del senso di avvilimento provato dai genitori che si trovano a gestire i progressivi cambiamenti dei loro figli. 

È rivolto a ragazzi con autismo in quel momento complesso della vita caratterizzato da cambiamenti fisici e ormonali, tipici dell’adolescenza.

Il Progetto si propone di abbattere l’isolamento vissuto da questi ragazzi e che caratterizza il loro comportamento schivo e introverso, tipico di un Koala che non ama interagire con gli altri, ma che se ben stimolato, si mostra disponibile ad instaurare relazioni sociali.

 

Un modello funzionale, multidisciplinare e sostenibile

 

Il modello che verrà creato e sperimentato con il Progetto Koala sarà:

Funzionale allo sviluppo di abilità per una vita indipendente grazie ad un percorso continuativo rivolto al giovane con autismo che permetta il rafforzamento delle autonomie, delle capacità relazionali e abilità professionali/lavorative,

Multidisciplinare e personalizzato perché i ragazzi svolgeranno le diverse attività in piccoli gruppi con il supporto di un'equipe di professionisti. 

 

Economicamente accessibile e sostenibile da parte delle famiglie attraverso dinamiche organizzative che portano ad ottimizzare i costi e ad un risparmio economico. 

 

Il Modello Koala, vuole essere un’opportunità per una crescita graduale del giovane con autismo,permettendo al ragazzo di sperimentare tutte quelle fasi fondamentali della vita per diventare grande: dall'autogestione alla socializzazione e l’interazione fino all’avviamento al lavoro.

L’obiettivo è quello di creare un modello flessibile e ripetibile nel campo dei servizi alla persona con la formazione di professionisti per una soluzione accessibile alle famiglie che si trovano davanti allo sconforto del “Dopo di noi”.


La rete e la co-progettazione

Per raggiungere questi intenti, Centro Servizi Welfare, capofila di progetto, si avvale della propria esperienza nell’ambito della progettazione e sperimentazione di iniziative pilota per la sostenibilità futura e dell'esperienza pluriennale nell’erogazione di servizi individualizzati a persone con autismo e/o disabilità delle proprie cooperative socie: la Cooperativa L'Officina dell'Aias, la Cooperativa Monteverde, la Cooperativa Spazio Aperto, la Cooperativa CPL Servizi e la Cooperativa Assixto Borgo Trento. 

L’iniziativa progettuale sarà gestita in partenariato con l'Associazione Ants per l'Autismo e coinvolgerà anche il Centro Regionale dell'Autismo diretto dal Dottor Zoccante.

 

 

Seguici su Facebook per rimanere aggiornato sul progetto!


Servizi

Piccole manutenzioni

Piccole manutenzioni

Info

Assistente Personale DISABILI

Assistente Personale DISABILI

Info

Laboratorio di Robotica

Laboratorio di Robotica

Info

Logopedista - DISABILI

Logopedista - DISABILI

Info